Attenzione Integrale alla Prima Infanzia

Con questo programma, la Fondazione Mondo Migliore offre un’educazione prescolare integrale, da una proposta metodologica della Pedagogia dell’Amore, nella quale si sviluppa uno spirito critico e riflessivo, che facilita l’apprendimento del sapere e la promozioni di abiti salutari.

Affinché si possa contribuire al ristabilimento dei diritti e allo sviluppo integrale dei bambini e delle bambine, lo staff interdisciplinare della Fondazione utilizza processi innovatori e di alta qualità, che offrono attenzione nutrizionale, pedagogica e psicosociale, con l’obiettivo di raggiungere un servizio integrale e promuovere una scolarità continua.

Per certe caratteristiche particolari dei bambini/e che ricevono i servizi nella Fondazione, si focalizzano l’attenzione nell’assimilazione e la paratica dei valori, l’esercizio dei diritti, il rafforzamento della propria identità, e del senso di appartenenza. Allo stesso tempo, si offre uno spazio per la ricomposizione famigliare, attraverso di meccanismi di azioni che diano la possibilità, sia ai piccoli come alle loro famiglie, di avere motivi per la ri-socializzazione e una sana convivenza.

Popolazione

  • Vittime degli spostamenti forzati
  • Sono figli di venditori ambulanti e informali.
  • Abitano in condomini.
  • Convivono con distributori di sostanze psicoattive, lavoratori sessuali e abitanti delle strade, e molti altri.
  • Sono esposti ad essere abusati, maltrattati, sfruttati nel lavoro o ad avere incidenti stradali.
  • Soffrono di malnutrizione.
  • Soffrono di violenza in famiglia con le sue conseguenze.
  • Sono bambini/e che non frequentano la scuola.

Presenza geografica

La Fondazione Mondo Migliore serve a più di 1.900 bambini e bambini, in 17 sedi localizzate a Medellín, Colombia.

colombia_medellin

Marco Legale

Secondo la Risoluzione Nº 12760 del 2012, relativo ai criteri di focalizzazione per bambini e bambine che sollecitano attenzione per la prima volta nel Programma Buon Inizio, del Comune di Medellín, il bambino/a devono:

  • Deve essere registrato/a nel SISBEN (Sistema di Informazione di Potenziali Beneficiari) di Medellín, Versione 3 e trovarsi classificato/a  con un voto inferiore o uguale a 57,21.
  • Non usufruire di nessun altro programma di attenzione alla prima infanzia, offerto dal Comune di Medellín.

Principi trasversali

Il nostro modello di attenzione è selezionato dai seguenti principi trasversali:

  • Equità: l’attenzione ai bambini/e deve generare le stesse opportunità per ognuno di loro, nonostante le caratteristiche siano diverse.
  • Diversità ed inclusione sociale: questo principio fa riferimento ad un accesso ugualitario ed un’attenzione che sia conforme alle caratteristiche dei bambini/e, cioè che consideri la diversità etnica, culturale, socioeconomica, il genero ed anche i diversi tipi di handicap.
  • Corresponsabilità e integralità: la corresponsabilità è capita come la convergenza delle azioni della famiglia, dello Stato e della società, verso garantire i diritti dei bambini/e. In questo marco, l’integralità si riferisce alla necessità di armonizzare e coordinare le azioni di questi attori.
  • Partecipazione: Promuovere il riconoscimento dei bambini/e come soggetti sociali che abbiano un ruolo attivo nei loro ambienti.

Obiettivo Generale

Contribuire allo sviluppo integrale dei bambini/e della prima infanzia, i quali sono membri di famiglie vulnerabili della città di Medellín.

Obbiettivi Specifici

  • Dare la possibilità di poter assimilare i valori morali e civici che preparino i bambini/e a compiere con le loro funzioni di cittadini.
  • Rinforzare le famiglie nei temi di risoluzioni di conflitti,  migliorando i rapporti familiari, per una diminuzione del livello di violenza intra famigliare.
  • Contribuire alla diminuzione degli indici di diserzione scolare a Medellín.
  • Partecipare nel miglioramento dei livelli nutritivi dei bambini/e assistiti, e anche alle loro famiglie.
  • Favorire la continuità scolastica dei bambini/e che frequentano il Centro Educativo.
  • Rinforzare ed elevare l’autostima dei bambini/e beneficiati.
  • Propiziare lo sviluppo di uno spirito critico e riflessivo che faciliti l’apprendimento di sapienza e sviluppi di abitudini salutabili.
  • Stimolare la creatività e il talento del bambino/a.

Processo di attenzione nutritivo

Questo ha come obiettivo intervenire nel campo nutrizionale dei bambini/e, favorendo e rinforzando la sicurezza alimentaria. Per raggiungere questo scopo, si considerano delle  strategie di prevenzione della malnutrizione, il sovrappeso e l’obesità, coprendo l’80% del valore nutrizionale calorico totale dei bambini/e. Allo stesso tempo, questo processo ha il compito di seguire la tessera di crescita, sviluppo e della scheda di vaccinazione di ogni bambino/a.

In fine, dal processo nutrizionale, si sono disegnati e applicati diversi protocolli di promozione e di prevenzione della salute: Protocollo di malattie infetto-contagiose, Protocollo di malattie trasmesse dagli alimenti e Protocollo di sovrappeso e obesità.

Processo pedagogico

Ha il suo fondamento nella “Pedagogia dell’Amore” e “nell’arte d’Amare”, che schiudono spazi e attività comunicazionali in quali, partendo da un clima di fiducia,  libertà e rispetto, si facilita al bambino/a l’espressione delle loro vivenze, in modo che lo aiuti conoscere se stesso/a e l’ambiente intorno, producendo una maggior ricezione, perché quando riescono a comunicare ciò che hanno dentro, sono in una capacità e disposizione migliore per accogliere ciò che li viene comunicato. Questa metodologia permette di potenziare lo sviluppo di abilità e competenze attraverso attività ludiche e artistiche.

Due strumenti sono usati nel marco del processo pedagogico:

  • Gli spazi pedagogici i quali sono composti da spazi tematici che generano contesti formativi pedagogici che contribuiscono, attraverso attività ludiche e artistiche, e così raggiungere obbiettivi di sviluppo infantile precoce.
  • Progetti di valori, il qual si sviluppano attraverso tre strumenti: il dado dell’amore, la comunione d’anima e la comunione delle esperienze..

In questo modo, la “Pedagogia dell’Amore” cerca raggiungere gli scopi di sviluppo infantile precoce tra i quali l’autonomia, lo sviluppo delle diverse forme di linguaggio, il miglioramento dell’interazione sociale, lo sviluppo cognitivo, il favoreggiamento dell’autostima ed il rinforzamento della psicomotricità.

Processo psicosociale

La protezione è uno dei diritti fondamentali che sono stipulati nel marco normativo nazionale ed internazionale,  e s’intende che i bambini/e devono godere d’una vita piena in condizioni nelle quali si assicurino il rispetto della loro dignità, ad essere curati e protetti dai canali che mettono in rischio il loro sviluppo integrale come essere umani, inoltre di offrire loro, da parte dei loro curatori, un buon trattamento basato nell’amore, nel rispetto e la tolleranza

Questo processo è costituito da quattro strategie d’azione:

  • Caratterizzazione: si realizza un’intervista strutturata che permette tener conto delle condizioni di vita di ognuna delle famiglie, per poter offrire loro un aiuto o un appoggio per la soluzione di qualche difficoltà che presentino.
  • Riconoscimento del bambino/a: Per completare la documentazione necessaria. La Fondazione funge da ponte tra SISBEN e la famiglia, in caso di difficolta.
  • Incontri familiari: Sono spazi formativi e di sensibilizzazione sviluppati con i genitori attraverso di workshop riflessivi che permettono la partecipazione, l’analisi, la  riflessione e la condivisione dei differenti temi che sono lavorati, d’accordo con le  necessità ed interessi della comunità.
  • Processi e protocolli: Si sono programmati vie d’attenzione e processi istituzionali per risolvere casi di trasgressioni dei diritti dei bambini/e, nei loro spazi famigliari, comunitari o istituzionali.